Crea sito
Ball Chair, seduta comoda e avvolgente in tessuto imbottito
Arredo,  Tendenze

Che bolle!

Fin da piccoli siamo stati abituati a pensare ad una poltrona come una struttura solida ma soprattutto accogliente nella quale sedersi. Già in un precedente articolo abbiamo parlato di poltrone, bene: dimenticatelo. Oggi parliamo di un concetto completamente diverso. La Ball Chair è stata progettata nel 1966 da Eero Aarnio, il noto designer finlandese.  Si tratta di una poltrona ricavata all’interno di una sfera, che dopo diversi tentativi di “levigazione” riesce ad ospitare al suo interno una seduta e uno schienale. La struttura è in vetroresina Bianca laccata lucida, mentre l’imbottitura interna della poltrona è in molte varianti cromatiche diverse. Il tutto è appoggiato ad una base che regge l’intero peso (non indifferente) della poltrona, e le dimensioni complessive della poltrona sono di 96 x 90 x 130 cm di altezza.

Spesso alla Ball Chair viene accostato il nome di “stanza nella stanza”, come è solito chiamarla lo stesso designer che la progettò, poichè è uno spazio privato; un rifugio, dove potersi completamente estraniare dal caos e dal trambusto della quotidianità.

 

Comodissima Ball Chair, icona vintage prepotentemente tornata in auge

 

Ball Chair nella cultura di massa

Aarnio studiò presso l’Istituto di Arti Industriali di Helsinki da 1954 al 1957. Cinque anni dopo aprì il suo studio e iniziò a progettare arredi. Nella sua casa nuova però non aveva una poltrona grande e comoda, e decise così di farsene una da solo. Iniziò con un primo disegno in scala uno a uno, poi passò ad un prototipo in legno, che ricoprì con carta bagnata e infine rivestì in vetroresina. Dopo aver creato il guscio della sedia rimosse l’interno e la imbottì. Come ultimo tocco aggiunse il piedistallo: la sedia era pronta. Questo fu il primo esperimento di Aarnio in vetroresina, materiale che poi decise di utilizzare in maniera massiccia nei suoi lavori, grazie alla sua robustezza e duttilità.

La Ball Chair è conosciutissima, grazie alla sua forma particolare, ed è immediatamente riconoscibile anche ai meno esperti in fatto di design. Abbiamo visto questa sedia in molteplici ambientazioni, nelle case dei vip, e sulle copertine delle migliori riviste. Una magnifica icona dal design puramente vintage, che ha segnato un’epoca, ma che è stata letteralmente capace di attraversare i tempi.

 

ambientazione classica e vintage per la Ball Chair di Eero Aarnio

 

Homestic come al solito sceglie vi consiglia di acquistare il modello originale, ma se proprio non avete i 6.350 euro richiesti… beh l’unica alternativa è quella di acquistare una copia. Essendo molto conosciuta infatti è possibile acquistarne una copia in molti negozi online. Sul web infatti viene venduta a prezzi che vanno dai 680 euro ai 1700 euro circa. Pur essendo una copia i materiali sembrano comunque solidi e robusti, e l’imbottitura è opzionabile nei colori rosso, nero e grigio.

Images by Aarniooriginals