Crea sito
Vista dall'esterno del nuovo showroom Poltrona Frau a Tokio
Arredo,  Interni

Tokio made in Poltrona Frau

Poltrona Frau a Tokio. La storica azienda italiana, fondata da Renzo Frau nel 1912 è ormai un brand internazionale, che negli anni ha consolidato il prestigio del proprio marchio, e adesso è pronta ad una nuova sfida. L’azienda ha da poco deciso di rafforzare la propria presenza nei paesi asiatici, e in particolare a Tokio. Come si può leggere proprio dal sito web l’azienda ha aperto uno showroom di 300 mq proprio in Aoyama district, considerato il vero cuore del design. Non sarà l’unica zona espositiva però, come dice il General Manager Nicola Corupulis, in quanto la volontà è quella di continuare su questa strada, e rafforzare la presenza in Asia. Parola di Corupulis: “sono pianificate diverse aperture nel corso del 2018 da Hong Kong a Shenzhen a Guangzhou”.

 

Da sempre Poltrona Frau è sinonimo di design e stile, ma anche di comodità e piacevolezza. L’azienda collabora con decine di architetti e designer nazionali ed internazionali, e questa proficua collaborazione ha permesso di presentare negli anni prodotti innovativi, unici. Arredi acclamati dalla critica, che hanno saputo rispondere alle esigenze della clientela mescolando in egual misura estetica e funzionalità.

Poltrona Frau a Tokio, la sfida dell’azienda

Come sempre ampio utilizzo di tinte pastello, dalle tonalità smorzate, con contrasti di colore caldo e freddo, sia negli arredi che nei complementi esposti. Ma anche la struttura è molto particolareggiata, ad esempio l’ampia vetrata fa sembrare l’intera struttura una casa delle bambole aperta, dove ogni piano è ben visibile e si capisce esattamente la collocazione di ogni spazio. Molto legno, pareti beige e sapiente utilizzo dell’illuminazione, attenzioni mirate a far risaltare ogni dettaglio dell’arredamento.

 

 

L’intera superficie della struttura misura trecento metri quadrati, distribuiti su due livelli, e al suo interno possiamo trovare gli arredi più classici. Un esempio? La poltrona Vanity Fair del 1930, vera icona intramontabile, o il divano GranTorino e la poltrona Archibald, entrambi di Jean-Marie Massaud. Una sorta di percorso storico, per non dimenticare le proprie origini, ma per far capire esattamente il punto d’arrivo dell’azienda.

All’interno dell’edificio è stata allestita un’intera area dedicata alla Leathership di Poltrona Frau, dove il visitatore può toccare con mano la pelle, da sempre il vero tratto distintivo dell’azienda. E così attraverso il tatto e l’olfatto è possibile “sentire” la pelle, scegliendo da una ricca collezione di ben 120 diversi campioni selezionati dall’azienda.

Images by Poltrona Frau